Loading...

Alta Via di Neves (1°giorno)

Alta Via di Neves (2 giorni)
Affascinante escursione in alta quota in ambiente periglaciale, al cospetto delle cime innevate che chiudono a ovest la Valle di Tures (Valle Selva dei Molini) con la confinante Valle di Fundres. La zona è caratterizzata dal tipico paesaggio alpino d’alta montagna, con moltissime cime coperte da ghiacciai che superano i 3000 m di quota.
L’escursione (2 giorni), tecnicamente non difficile ma impegnativa per dislivello e lunghezza totale, è riservata a escursionisti esperti e prevede anche il guado di alcuni torrenti e brevi tratti attrezzati. Partenza dal park (strada a pedaggio) c/o il Lago di Neves (Neves-Stausee) (1856 m).

(1°giorno: Sabato 31/7) Dal Lago di Neves al Rif. Ponte di Ghiaccio e Cima Cadini.
Dopo aver costeggiato il lago, risaliamo la valle delle pipe (Pfeifholder Tal) sul sent.26, fino al moderno Rifugio Ponte di Ghiaccio (Edelrauthütte, 2545 m) recentemente ricostruito (pernotteremo mezza pensione, NON compresa nella quota d'iscrizione), presso l'omonimo passo (Eispruggjoch) crocevia di numerosi itinerari da dove, scendendo verso la Val di Fundres, possiamo in breve raggiungere il laghetto Ponte di Ghiaccio (Eisbruggsee, 2350 m). L'escursione prevede nel pomeriggio la salita facoltativa alla Cima Cadini (Napfspitze, 2888 m) su pietraia e brevi tratti attrezzati (EE) in circa 1h dal rifugio.

(2°giorno: Domenica 1/8) Alta Via di Neves, dal Rif. Ponte di Ghiaccio al Rif. Porro.
Percorreremo in senso orario l’Alta Via di Neves (Neveser Höhenweg, sent.1), un lungo itinerario in quota che, assecondando la testata della valle, lambisce le fronti di numerose vedrette culminanti nella cima del Gran Pilastro (3510 m). Altre vette importanti, sopra il percorso, sono la Cima di Campo (3420 m) la Gran Mèsule (3479 m) e la Punta Bianca (3371 m). Bellissime le rocce e le fioriture lungo il percorso.
Partenza di buonora dal Rif. Ponte di Ghiaccio (2545 m). Brevi tratti attrezzati aiutano a superare alcuni punti esposti e scivolosi (rocce lisce e bagnate). L’itinerario è un susseguirsi di saliscendi tra pascoli alpini e sfasciumi rocciosi, in un ambiente ricco di torrenti alcuni dei quali (Ursprungbach) possono essere difficoltosi da guadare in caso di piena. In corrispondenza della vallata percorsa dal Rio delle Fonti (Ursprungtal) che ha origine dalla vedretta di Neves occidentale, il sent. 24A scende direttamente in prossimità del lago di Neves (eventuale via di fuga in caso di maltempo). Dopo circa 4h giungeremo al P.so di Neves (Nevesjoch, 2405 m) nei pressi del quale sorge il Rif. G. Porro (Chemnitzer Hütte, 2419 m). Da qui torneremo al parcheggio presso il Lago di Neves (1856 m) scendendo per il sentiero 24.
Tempo permettendo (facoltativo, EE) prima della discesa al lago, effettueremo la salita alla vicina cima delle Pecore (2703 m) nei pressi del Rif. Porro.
NB: E' richiesto un allenamento adeguato alla lunghezza e al dislivello complessivo.

Locandina

Durante l’escursione saranno ottemperate le norme vigenti per emergenza COVID-19. Alla partenza dovrà essere consegnato ai conduttori il modulo di autocertificazione regolarmente compilato e firmato. Il modulo é scaricabile dal sito.
La quota d'iscrizione comprende le spese organizzative. NON comprende il pernotto (mezza pensione) presso il Rif. Ponte di Ghiaccio, ed il pedaggio/parcheggio presso il Lago di Neves.

Si prega di visionare e compilare la documentazione qui allegata per la partecipazione all'escursione

>>> GEL E MASCHERINA OBBLIGATORI <<<

Nota operativa partecipanti (COVID-19)
Autodichiarazione da compilare (COVID-19)
Modulo iscrizione e consenso - non soci CAI
Nuovo regolamento Febbraio 2021

Accompagnatori:
Paolo Podestà (AE) cell. 328-032082
Pierpaolo Franco (ASE) cell. 371-3543797