Loading...

Altopiano di Lavarone

Da Lavarone Chiesa saliamo per sterrato sul M. Rust (1282 m) dove sorgeva un Osservatorio Militare Austro-Ungarico della Grande Guerra che serviva per la comunicazione ottica del Comando di Virti con le altre fortificazioni. Scendiamo aggirando il monte fino a Prà di Sopra e sfioriamo il pittoresco Lago di Lavarone, la cui bellezza attirò numerosi personaggi illustri fra cui Sigmund Freud, per salire poi sul Dosso della Comare e per bel sentiero costeggiato dai tipici lastroni di pietra, giungiamo alle amene frazione di Lenzi, Birti e Oseli caratterizzato da un acero secolare. Saliamo sfiorando un campeggio fino all'ex Forte Belvedere (1177 m), l'unica fortificazione austriaca che si è salvata dalla demolizione ordinata dal governo fascista, grazie ad un decreto regio di Vittorio Emanuele III, per godere dello splendido panorama. Sempre su stradina sterrata saliamo al Passo Cost (1298 m) e proseguiamo brevemente su asfalto fino a Magrè e poi per sterrato a Malga Tablat (pranzo al sacco). Con breve salita scolliniamo per immetterci su un altro sterrato che in discesa ci porta al Cimitero di Guerra Austro-Ungarico di Slaghenaufi, che visiteremo rendendo omaggio ai caduti. Infine percorriamo parte del pittoresco Sentiero delle Sorgenti da Bertoldi fino a Srengheli e poi al parcheggio dove troveremo il pullman per il rientro a Padova.