Loading...

Castelli dell’Oltradige Bolzanino

Interessante escursione nel territorio di Appiano, Oltradige di Bolzano, alle pendici del monte Ganda, destra idrografica dell’Adige. Terra di passaggio, di transizione fra nord e sud, di qui passava la via Claudia Augusta che metteva in comunicazione alto Adriatico e pianura padana con Augusta Vindelicorum, l’attuale Augsburg in Germania. Pur in ambiente germanofono, la toponomastica locale conserva la terminazione dei prediali romani e le eleganti residenze signorili del XVI secolo mostrano un felice connubio fra l’architettura nordica e quella rinascimentale italiana creando un proprio stile chiamato appunto d’Oltradige. Il Medio Evo, proprio perché territorio di passaggio, ha lasciato molti castelli a controllo di tale via di comunicazione, in bella posizione di fronte all’inconfondibile profilo dello Sciliar e del Catinaccio. Su tutti spicca lo scenografico Castel d’Appiano, Hocheppan, alto sulla roccia, a dominio della vallata, un tempo residenza dei potenti Conti d’Appiano. Le favorevoli condizioni climatiche e la natura del suolo hanno reso il territorio adatto alla coltura della vite e così, accanto alle testimonianze storiche, si potrà godere di un ambiente rurale fortemente plasmato dall’attività umana, con vigneti e frutteti, dalle perfette linee geometriche, che si alternano a zone in cui ancora predomina la vegetazione naturale di latifoglie e conifere.

Dal paese di S. Paolo Appiano, lungo strade e sentieri, si sale a visitare Hocheppan, dopo aver superato castel Korb. Discesi nel vallone sottostante la rupe del castello, anche con l’ausilio di una comoda scala, si risale a castel Boymont e successivamente, con continui saliscendi, alternando ancora strade e sentieri, si raggiunge castel Freudenstein; una salita lungo la Via Crucis alla settecentesca Gleif Kapelle del monte Calvario e poi i castelli Moos-Schulthaus, Englar e Gandegg per scendere infine a S. Michele Appiano.

LOCANDINA - Castelli dell’Oltradige Bolzanino