Loading...

Fanes

Dal parcheggio si segue la comoda mulattiera che in breve ci porta alla Capanna Alpina. Seguiamo poi la stradina contrassegnata col segnavia n° 11 (il sentiero di destra, n° 20 porta al bel Rifugio Scotoni) che dopo poco abbandona gli iniziali prati pianeggianti alla base del Piz de Armentaròla per inerpicarsi verso la sommità di un gradino roccioso. Superato questo (Col de Locia – 2069 m) si giunge all’imboccatura di un ampio vallone pensile che, tra morbidi saliscendi e prati punteggiati di crochi, arriva prima al Passo Tadèga (2157 m) e quindi sino alla zona acquitrinosa che si trova proprio davanti alla Malga Fanes Grande. Spicca la massiccia sagoma del Col Becchèi. Da qui il sentiero porta in breve fino al vicino Passo di Limo (2159 m) e all’omonimo lago.  A questo punto occorre lasciare la comoda mulattiera seguita fino ad ora per imboccare un sentiero (indicazione, traccia segnata ma senza numero) che, dopo aver seguito per un breve tratto le rive del lago si inerpica verso i tondeggianti rilievi erbosi del Col Becchèi; ad un primo tratto un poco più ripido e dal tipico tracciato a serpentina, segue ben presto un percorso decisamente più morbido che tra prati, bestiame al pascolo e vedute mozzafiato sul Vallòn Bianco, porta in poco meno di un’ora fino ai ruderi diroccati di baracche in legno, probabilmente resti di un osservatorio militare, a quota 2525 m (da qui spettacolare vista sulle Tofane!).  A questo punto occorre abbandonare il sentiero principale (che porta verso Cortina, variante “alta” del sentiero della Val di Fanes) per seguire una traccia, ad un primo sguardo non troppo evidente, posta sulla sinistra; salendo in parte per ripidi pendii erbosi, in parte lungo formazioni detritiche, e superando anche facili roccette, si giunge in breve alla cresta sommitale. Da qui, piegando verso destra, si segue un dorso detritico fino alla croce di vetta posta sul punto più alto del Col Becchèi (2794 m), eccezionale balcone da cui poter ammirare uno spettacolare panorama a 360 gradi, soprattutto su ConturinesSasso delle Nove, Alpe di Sennes e Tofane. Sosta pranzo Il ritorno avviene ripercorrendo a ritroso il medesimo sentiero. Ritornati al Passo di Limo scendiamo al Rif. Fanes (sosta pranzo gruppo B) e per il sent. n° 7 in località Pederù dove troveremo il pullman per il rientro a Padova

Percorso B: come percorso A fino al Passo di Limo per poi scendere al Rif. Fanes e Pederù

Attenzione: il percorso A è consigliato solo a persone ben allenate!!!

Locandina