Loading...

Monti Lessini

Dal parcheggio di Mizzole si procede per strada asfaltata verso nord per alcune centinaia di metri per poi deviare a dx verso villa Arrighi, poi a sx in direzione di Villa Piatti, quindi ancora a dx per imboccare un sentiero in leggera salita tra due siepi di pungitopo fino agli uliveti di Gazzo, giungiamo in prossimità di alcune villette dove svoltiamo a sx per strada bianca per poi prendere un sentiero a dx che ci conduce in prossimità dell'edicola dedicata a S. Vincenzo Ferreri. Seguiamo la strada bianca in discesa, oltrepassiamo alcune case e continuiamo a salire fino alla chiesa di Trezzolano. Per provinciale raggiungiamo la strada a fondo naturale che tra i vigneti porta a case Paludi, raggiunta la strada provinciale la seguiamo in direzione della frazione di Caiò, la oltrepassiamo fino ad arrivare ad una stradina bianca sulla dx che in salita con alcuni tornanti sbuca sul cratere dell'ex forte Castelletto. Sosta pranzo al sacco.

Dopo il succulento pranzo ed ammirato il panorama (catena del Baldo) ed i verdi prati, riprendiamo il cammino percorrendo lo stesso percorso fatto all'andata fino al capitello di S. Vincenzo Ferreri, proseguendo diritti raggiungiamo uno slargo dove teniamo la destra per una strada chiusa da una sbarra seguendo le indicazioni per Pigozzo e, prima nel bosco e poi tra ulivi e vigneti, scendiamo ai ruderi di località Stevani, aggirato un cancello chiuso con lucchetto , continuiamo a scendere ripidamente su strada cementata fino a Pigozzo, località nota per la sagra della “sparesina”, aggiriamo la chiesa settecentesca , percorriamo alcune centinaia di metri su asfalto per poi piegare a dx e poco dopo a sx per una stradina bianca tra le viti  e poi ancora  brevemente  su  asfalto fino al parcheggio di Mizzole  dove ci sarà il pullman per il rientro a Padova.

N.B. Durante l'escursione si dovranno percorre alcuni tratti di strade provinciali, che anche se poco trafficate, sono strade aperte al traffico veicolare, anche pesante, per cui si dovrà tenere un comportamento prudenziale e rispettoso del codice della strada.

Locandina