Loading...

Col dei Prai

La nostra escursione inizia dalla stazione ferroviaria di Cismon del Grappa: raggiunta la
piazza si prosegue passando sotto un portico e si imbocca il sentiero n° 20 che risale la
Val Goccia. Lungo il percorso lastricato, che sale tranquillo, si supera la strettoia della
Gusella, caratteristica guglia appuntita e si vede l’indicazione di due tombe longobarde
ritrovate alla base della parete in località “I Capitei. Si prosegue in direzione sud-est, alti
sulla Val Goccia e si giunge a quota 650 mt., dove l’originale fondo lastricato è stato
cancellato dalla strada forestale. Continuiamo quindi per il sentiero n° 13 della Val
Lavello: dalla località Fagher si prende la mulattiera selciata che si addentra nella Val
Lavello e raggiunge le Case Vanin. Da questo punto il tracciato piega verso sud e
raggiunge prima, tra pascoli abbandonati, la casara Col d’Innocente e poi, piegando
verso est per bosco, la casara Bobo. Da qui prendiamo per la rotabile che ci porta al
Col dei Prai dove ci fermeremo per il pranzo al sacco. Da questa località, per strada
comunale raggiungiamo la Rotonda e scendiamo per la dorsale erbosa di Col Lavar
raggiungendo le Case Costa. Si scende quindi lungo una mulattiera lastricata
denominata “Le Scalette” finchè ci raccordiamo con il sentiero n° 20 della Val Goccia, in
località “I Capitei” , da dove raggiungiamo Cismon.
Come conclusione della giornata condivideremo dolci, bevande e cibi vari in compagnia
nel parco giochi vicino alla stazione di Cismon.

Locandina.