Loading...

Salita al Monte Zevola

Le cosiddette “Piccole Dolomiti Vicentine” offrono visioni e paesaggi alpestri a poca distanza dalla pianura; nonostante la quota contenuta sono ben note per le loro grandiose pareti e le ardite guglie calcaree. La massima quota è raggiunta dalla Cima Carega e non mancano numerose altre elevazioni che varcano i 2000 metri di quota. Più in disparte appare il piccolo sottogruppo delle Tre Croci posizionato a sudest rispetto al settore principale della catena, ma non per questo meno bello ed interessante. La massima quota del sottogruppo delle Tre Croci è raggiunta dal Monte Zevola, verticale e strapiombante in direzione di Recoaro Terme, molto più dolce e prativo verso occidente dove si articola il facile e comodo sentiero di salita. La descrizione che segue contempla uno splendido itinerario ad anello, facile e non troppo lungo, che comprende la salita alla cima risultando alla portata di ogni buon escursionista.

L’escursione in breve: Rif.° Battisti (m 1265) - Passo delle Tre Croci o della Lora (m 1716) - Passo della Zevola (m 1820) - Bocchetta della Zevola (m 1965) - Zevola Bassa (m 1976) - Monte Zevola (m 1983) – Passo della Zevola (m 1820) - Malga Fraselle di Sopra (m 1630) - Passo Ristele (m 1641) - sentiero 121 - Colle della Gazza (m 1282) - Rif.° Battisti (m 1265).

Locandina

Durante l’escursione saranno ottemperate le norme vigenti per emergenza COVID-19. Alla partenza dovrà essere consegnato ai conduttori il modulo di autocertificazione regolarmente compilato e firmato. Il modulo é scaricabile dal sito.

Si prega di visionare e compilare la documentazione qui allegata per la partecipazione all'escursione

>>> GEL E MASCHERINA OBBLIGATORI <<<

Nota operativa partecipanti (COVID-19)

Autodichiarazione da compilare (COVID-19)

Modulo iscrizione e consenso - non soci CAI

Nuovo regolamento Febbraio 2021

Accompagnatori:

Federico Bortolami (cell. 338 8216140)
Max Piva (cell. 348 8920771)