Loading...

Tamer - S. Sebastiano

La Baita Angelini, 1680 m, è un piccolo ricovero in legno adagiato sul fianco Nord-Est delle Cime di San Sebastiano. Sorge vicino a una sorgente, in una posizione privilegiata che offre un’ampia panoramica sui monti che coronano la Val Zoldana: il versante meridionale del Pelmo, uno scorcio del versante orientale della Civetta, le belle pareti degli Spiz di Mezzodì e del  Bosconero.

Il percorso parte da Pralongo (1000 m) e sale con pendenza moderata per sentiero nel bosco a Colcerver (1200 m), paesino con una sola casa abitata. Di qui si entra in una strada forestale che presto diventa sentiero (Cai 539) e conduce per una cresta boscosa alla forcella delle Barance dove si incontra il sentiero CAI 536 proveniente dal passo Duran. Lo seguiamo verso sinistra (est) per scendere circa 60 m nel ghiaione del van dei Gravinai e poi risalire alla forcella delle Caure: tratto breve ma faticoso! Subito dopo si trova la baita Angelini - sosta pranzo al sacco. L'escursione prosegue più o meno in costa su sentiero sempre ben battuto ma a tratti intagliato nella roccia, sopra la conca dell'alta val Malizia con il laghetto del Vach, fino a raggiungere il Col de Michiel, piccolo valico che consentirebbe di scendere nella val Pramper. Il nostro percorso invece ci conduce per buona mulattiera (CAI 535) e poi strada sterrata a Pralongo e al pullman.