Loading...

Dante alpinista

Relatori: Emanuele d'Andrea e Daniela Sacco

“Dante alpinista”. Nel VII centenario della morte del Sommo Poeta si parlerà di un aspetto insolito e originale del grande fiorentino.

Partendo da studi personali, i relatori analizzano numerosi passi della Divina Commedia in cui Dante descrive con estrema precisione la sua salita alla montagna del Purgatorio o il procedere in discesa da un girone all’altro dell’Inferno seguendo Virgilio, la sua guida. Sovente il poeta racconta l’ansia di raggiungere una sommità, la fatica della salita, il desiderio di fermarsi per riprendere fiato, la necessità di aiutarsi con le mani quando i piedi non bastano. E ancora, come succede spesso a chi cammina in montagna, la richiesta d’aiuto a chi si incontra lungo la via per ritrovare il sentiero smarrito quando scende la nebbia o l’osservazione del corso del sole e degli astri per orientarsi.Dante non avrebbe potuto essere così dettagliato nelle sue descrizioni se non avesse sperimentato personalmente la pratica dell’alpinismo.

Introduce la serata: Gabriele Ricchieri

link Locandina