Loading...

Sentieri Colli Euganei

Homepage / Gruppi / Commissione sentieri / Sentieri Colli Euganei

Alta Via dei Colli Euganei N.1

Un percorso di circa 40,6 km che attraversa i Colli Euganei da nord a sud e da est ad ovest.

Sentiero N.2 "Colli Euganei Centrali"

Un sentiero di particolare rilievo per la sua estensione, aspetti legati alla flora e alla geologia del territorio.

Sentiero N.3 Atestino

Il sentiero Atestino si snoda lungo un anello di 22 km, nella zona collinare a nord di Arquà Petrarca.

Sentiero N.4 Monte Venda e G.G. Lorenzoni

Sentiero ad anello che si snoda lungo i versanti del maggiore dei rilievo Euganei: M.te Venda (601 m).

Sentiero N.5 Monte Lozzo

Sentiero del M.te Lozzo si sviluppa tra i 100 m e 190 m di altitudine attorno al colle, isolato rispetto al circondario. 

Sentiero N. 6 M.te Ricco e M.te Castello

Sentiero ad anello, in quota, lungo diversi versanti, con scorci verso il mare Adriatico e gli Appennini.

Sentiero N.7 M.te Calbarina e M.te Piccolo

Sentiero che fornisce diverse varianti al percorso; presenza di "vegri" calcarei con fioritura di orchidee in primavera.

Sentiero N.8 Monte Cecilia

Sentiero che si snoda tra coltivi, boschi di robinia e roverella e prati aridi calcarei ricchi di orchidee e della rara Ruta patavina.

Sentiero N.9 Monte Venda

Un percorso ad anello attorno ai pendii del M.te Venda dove ammirare paesaggi magnifici, maronari secolari ed un laghetto.

Sentiero N.10 M.te Gallo, M.te delle Grotte e M.te delle Basse

Un percorso che si snoda sopra Galzignao Terme con vista sull'Eremo del M.te Rua, Valsanzibio e la piana di Monselice.

Sentiero N.11 Monte Cinto

Sentiero che descrive un anello attorno al M.te Cinto con possibile deviazione verso lo sperone trachitico detto "Buso dei Briganti".

Sentiero N.12 Monte Fasolo

Sentiero che si snoda sul versante settentrionale del M.te Fasolo; una lieve deviazione porta ad alcuni esemplari di faggi secolari.

Sentiero N.13 Monte San Daniele

Breve percorso che si snoda attorno al monastero di San Daniele (fine XI sec.); dal 1958 di proprietà delle Monache Benedettine. 

Sentiero N.14 Monte Grande

Partendo da P.sso Fiorine, il sentiero si snoda attorno alla cima del M.te Grande consentendo di raggiungere la sua sommità.

Sentiero N.15 Ferro di Cavallo

Il sentiero si snoda pianeggiante, con tratti larghi e spesso rettilinei ai piedi dei monti Ceva, Spinefrasse  e Croce.

Sentiero N.16 Monte Rosso

Sentiero che si snoda al di sopra della fraz. di M.te Rosso (Abano Terme), raggiungibile da una pista ciclabile.

Sentiero N.17 Monte della Madonna

Sentiero che consente di raggiungere la cima del M.te della Madonna lungo un antico tracciato.

Sentiero N.18 Villa Draghi

Sentiero che si snoda attorno a Villa Draghi, attraversando luoghi singolari come una cava di perlite.

Sentiero N.19 Monte Ortone

Sentiero con diverse varianti che permette di compiere l'intero periplo e di accedere direttamente alla sommità.

Sentieri N.21 Rocca Pendice

Un sentiero che si snoda attorno a Rocca Pendice, una parete naturale; geologicamente un filone di roccia vulcanica (trachite) in affioramento rispetto alle più tenere ed erose rocce sedimentarie sottostanti.

Sentiero N.26 del Giubileo

Itinerario ricco di suggestioni storiche e paesaggistiche, dall'Abbazia di Praglia sino al Monte delle Are.

Sentiero N.27 del Principe

Ideale anello di congiunzione dei siti letterari compresi nel "Parco letterario della Collina estense".

Sentiero N. 28 sopra Luvigliano

Un sentiero ad anello che si snoda tra i colli sopra Luvigliano, con spettacolari viste sulle principali alture del comprensorio euganeo. 

Sentiero N. 29 delle Creste

Un percorso ad anello che si snoda lungo le "creste" dei Monti Croce, Spinefrasse e Ceva, dove trova spazio l'Habitat denominato "Formazioni erbose rupicole calcicole", nella parte sommitale.

Sentiero N.30 Roccolo Bonato

Il Roccolo Bonato è situato nel comune di Torreglia; rappresenta una testimonianza di un'attività dei "roccolari".

Sentiero N.31 Monte delle Valli

Bellissimo sentiero immerso nella macchia mediterranea (tra erica arborea, corbezzoli e molto altro) e dove i panorami salendo di quota si fanno man mano più belli.